Archivi del mese: aprile 2015

Uno spazio per sognare

I pennarelli a punta grossa per i bambini di 4 anni sono un qualche cosa di davvero stimolante. A questa età iniziano sempre più a sperimentare le qualità espressive ed emozionali che ogni singolo colore offre. I bambini piccoli solitamente tendono a non usare tutta la superficie del foglio a disposizione. Anche quando viene rappresentato il cielo azzurro, è descritto con una riga di pennarello azzurro che occupa la parte superiore, il resto dello sfondo rimane bianco. Se stimolati però i bambini iniziano a scoprire che lo sfondo può essere reso colorato e diventare addirittura, non solo parte integrante dell’opera, ma anche interagire con i protagonisti in primo piano.

In questa fase si rappresentano per lo più figure umane, iniziando dalla testa, raccontata con linee e punti (occhi, naso, bocca). Per riguarda il corpo si passa da linee (braccia, gambe), che, come raggi di un sole, partono dalla testa. Si arriva solo in un secondo momento a rappresentare anche la pancia, con tanto di ombelico. Come nel caso dei personaggi disegnati da Cosimo, 4 anni e 7 mesi.

pancia

Continua la lettura di Uno spazio per sognare

Uova, cipolle rosse, colori, facce e piccoli incidenti di percorso…

uova pasqua 2015

E stamani uova di Pasqua colorate! Ieri le abbiamo bollite in acqua e cipolle rosse, in modo da fargli prendere un bel colore ambrato. Poi le abbiamo colorate con colori atossici. Ci siamo ipirate a facce e a opere di arte astratta. 😉

Il secondo e il quarto uovo a partire dall’alto a sinistra sono state dipinte interamente da Cosimo, 4 anni e 6 mesi (naturalmente sono le più belle). Il babbo invece si è dedicato alla realizzazione del brigante mascherato, il terzo a partire da sinistra in alto. Poi un piccolo incidente….

Un uovo è caduto e si è spezzato! Beh l’abbiamo utilizzato per creare la faccia di una simpatica vecchina, chiaramente le parti screpolate sono le rughe (quinto uovo a partire dall’alto a sinistra).

Buona Pasqua a tutti!

Tocco, ascolto, sento, gusto, vedo… la meraviglia di imparare insieme

Stare con i bambini è un’esperienza ogni giorno sorprendente e incredibile. Già dai 5 mesi d’età i progressi seguono un ritmo sempre più frenetico. Le cose da sperimentare con bambini così piccoli sono tante: in particolare suoni, colori, stimolazioni tattili e olfattive. I suoni diverranno sempre più importanti, i bambini sono molto attenti a ogni suono nuovo. Gabriele, dai 4 mesi e mezzo parla lungamente, con vocalizzi articolati e sonori: una musica meravigliosa e indimenticabile. Oggi, che ha 8 mesi e mezzo ha imparato un nuovo suono: scocca la lingua sul palato e la tira fuori, toccandosi le labbra come se avesse scoperto una nuova parte del proprio corpo. Tra i giochi quinidi che si possono fare sicuramente le stimolazioni sonore sono entusiasmanti e, d’altra parte, anche nel pancione ascoltare musica rilassa e fa reagire il bambino. Tra i giochi musicali, uno che piace molto è il nascondino col “bu” finale. Ma importante, anche per l’apprendimento delle parti del proprio corpo, sono canzoncine mimate come la “Pimpinella la pimpinà vuole i bacetti dal suo papà…” o la famosa “farfallina bella e bianca vola vola mai si stanca…” che prevede anche il movimento da sinistra a destra della mano ad imitare una farfalla che vola. Da qualche giorno questa canzoncina ha portato Gabriele sempre più a giocare con le sue mani imitando quello stesso movimento. Anche il ballo è un qualcosa di istintivo e innato e Gabriele, quando sente la musica inizia a muoversi a ritmo, andando avanti e indietro con la schiena con scatti che coinvolgono anche le gambe. Se poi lo tieni ritto mentre ascolta la musica piega le gambe giù e su sempre a ritmo e ride. E cari genitori, stimolanti fin da piccolissimi sono anche i musei, in paticolari quelli provvisti anche di supporti touch e elementi sonori. Gabriele è rimasto folgorato dalla saletta dai mille schermi con filmato della presentazione del Museo di Scienze Planetarie di Prato, con l’origine della vita, dalle Big-Bang, alle cellule, agli animali fino all’uomo.

museo scienzeplan gab

Continua la lettura di Tocco, ascolto, sento, gusto, vedo… la meraviglia di imparare insieme